Eventi

L’animazione è un’azione orientata a facilitare gli scambi sociali e le occasioni di incontro e a sviluppare le capacità creative degli ospiti. Essa consiste nel programmare un insieme di interventi che mirano al miglioramento della qualità di vita, mantenendo vivo il patrimonio individuale grazie ad un’atmosfera familiare e ad elementi di riferimento in cui il soggetto trova sostegno al proprio disagio.

Fra tutte le attività di animazione proposte quelle che i nostri Ospiti possono frequentare più facilmente sono sicuramente quelle svolte all’interno della Casa di Riposo; in questa sezione presentiamo alcune di queste attività.

project_work

Un “Project Work”: la collaborazione scuola-ospiti Rsa è possibile

Una collaborazione tra l’Istituto “Pascal-Mazzolari” di Manerbio-Verolanuova e la nostra RSA

Nei mesi iniziali del corrente anno scolastico 2020-21, tra l’Istituto Superiore “Pascal-Mazzolari” di Manerbio-Verolanuova e la nostra Fondazione Onlus, grazie alla fattiva mediazione della prof.ssa Mary Santillo, è stato raggiunto e sottoscritto un accordo finalizzato alla realizzazione di un Project Work o Progetto formativo per favorire lo scambio e la collaborazione tra gli alunni dell’Istituto e gli Ospiti della Rsa di Pralboino.

Un primo contatto tra le due realtà è avvenuto in prossimità del Natale per lo scambio di auguri. Gli allievi della classe si sono collegati, tramite la piattaforma informatica, con un gruppo di Ospiti, si sono presentati ed hanno eseguito alcuni brani augurali suonando i propri strumenti musicali.

Nei mesi successivi, nonostante le difficoltà dovute alle limitazioni imposte dalla pandemia e dalla didattica a distanza (dad), il Progetto è andato avanti e i ragazzi, divisi in gruppi, si sono dedicati alla preparazione e alla realizzazione di brochure ovvero opuscoli pubblicitari incentrati sulla nostra Rsa, sulla sua organizzazione e sui servizi erogati.

Tutti gli Ospiti e gli operatori socio-sanitari ringraziano ed esprimono la loro riconoscenza agli insegnanti e agli alunni coinvolti nel Progetto.

E’ possibile vedere, qui di seguito, i contributi finali dei singoli gruppi:

Gruppo 1: rsa Pralboino Diana – Trudu – Tirelli

Gruppo 2: rsa Pralboino Marjara – El Jemli – Delpero – Prifti

Gruppo 3: rsa Pralboino gruppo 3

Gruppo 4: rsa Pralboino gruppo 4

Gruppo 5: rsa Pralboino gruppo 5

Gruppo 6: rsa Pralboino gruppo 6

rsa_visite

Nuovo regolamento per i visitatori


In base all’Ordinanza del Ministero della Salute dell’8 maggio 2021, è stato predisposto un nuovo regolamento per consentire l’accesso in Rsa ai parenti e ai visitatori in completa sicurezza.
Gli interessati possono prenderne visione sfogliando il file .pdf “Regolamento degli accessi di parenti e visitatori alla Rsa“.

Documenti utili COVID-19

Protocollo accessi

Patto di condivisione del rischio

Richiesta di esecuzione del test antigenico rapido a carico del SSR (gratuito)

Elenco dei Punti Tampone Territoriali

 



 

rsa_visite

Riparte il tunnel degli abbracci?

Questa settimana la Regione Lombardia torna ad essere “zona arancione” e quindi da Lunedì 19 aprile 2021 entrerà in funzione il “tunnel degli abbracci” presso la nostra Rsa.

Per prenotare l’incontro è necessario telefonare esclusivamente al numero 3345646136 nei seguenti orari: 11.00 – 11.40 e 13.15 – 13.45 nei giorni da Lunedì a Venerdì.

In caso di maltempo la visita dei familiari agli ospiti avverrà attraverso la finestra, munita di plexiglass, della sala-incontri.

Il sabato mattina il servizio è attivo solo per i familiari con comprovate esigenze lavorative.

 

obbligo_accinazione_covid

Obbligo vaccinale – precisazioni UNEBA

In data 6 aprile 2021 l’UNEBA, Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale, ha inviato una nota a commento dell’art. 4 del D.L. 1/4/2021 in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2.

La nota  dà ulteriori indicazioni e precisazioni sull’obbligo vaccinale per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private.

Si raccomanda un’attenta lettura dell’ obbligo-vaccinale-indicazioni-agli-enti-uneba.

Finalmente il tunnel degli abbracci

Mercoledì pomeriggio, 17 marzo 2021, è in programma un avvenimento importante e molto atteso dai parenti  e dai nostri ospiti: verrà consegnato alla Fondazione Onlus un “tunnel degli abbracci” su iniziativa del Sindacato Pensionati (SPI-CGIL), a cui va la riconoscenza e un grande GRAZIE da parte del Consiglio di Amministrazione, del personale, di tutti i destinatari di questa significativa opportunità.

Nella convinzione che il servizio socio-sanitario offerto dalla nostra Rsa non debba isolare, bensì permettere vicinanza per vincere la solitudine e migliorare la qualità della vita, abbiamo attivato un progetto che consenta alle persone di riabbracciarsi in totale sicurezza.

A seguito delle nuove disposizioni governative e regionali per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, lo svolgimento del servizio degli incontri attraverso il “tunnel degli abbracci” avrà inizio da Lunedì 29 marzo 2021 nel rispetto del relativo Protocollo, di cui un estratto sarà pubblicato su Facebook, su WhatsApp e sul sito web della Fondazione.

Le prenotazioni per le videochiamate e gli incontri nel tunnel degli abbracci dovranno essere effettuate esclusivamente al numero di cell. 3345646136 nei seguenti giorni ed orari:
– dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 11.40 e dalle ore 13.15 alle 13.45

In contemporanea continuerà ad essere disponibile il servizio di videochiamate con il numero di cell. 3341027013  secondo un calendario che sarà programmato e comunicato a breve scadenza.

Si precisa che ogni visitatore non potrà usufruire di entrambi i servizi nella stessa settimana.

L’accesso al “tunnel degli abbracci” avrà una cadenza quindicinale per ogni ospite al fine di garantire a tutti le stesse opportunità di incontro con i familiari.

Il quotidiano “BRESCIAOGGI” ha dedicato un articolo all’inaugurazione del “tunnel degli abbracci” a pag. 12 del giorno 18 marzo 2021. Si può vederlo e leggerlo cliccando su “La Rsa di Pralboino riscopre gli abbracci“.

IMG-20210308-WA0018

Festa della donna in Rsa

Noi della Rsa di Pralboino ci impegniamo ogni giorno per fare in modo che, all’interno della nostra Fondazione, sia sempre l’8 marzo poiché cerchiamo, pur nei nostri limiti e nei nostri involontari errori, di mettere ogni giorno dell’anno, al centro della nostre attività socio-assistenziali la Persona, e di favorire il benessere di tutte le nostre donne, che siano Ospiti o Dipendenti.

Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore“, scrive Oscar Wilde.

IMG-20210308-WA0021

 

 

 

IMG-20210308-WA0000

IMG-20210308-WA0004

IMG-20210308-WA0002

IMG-20210308-WA0007

IMG-20210308-WA0008

IMG-20210308-WA0010

IMG-20210308-WA0009

 

IMG-20210308-WA0011

IMG-20210308-WA0014

IMG-20210308-WA0016

IMG-20210308-WA0017

IMG-20210308-WA0018

IMG-20210308-WA0020

IMG-20210308-WA0019

Le 100 candeline di Lucia

Giovedì 11 marzo 2021, nonostante le ristrettezze antiCovid, sarà grande festa per l’ospite Lucia Timini, che raggiungerà il traguardo dei 100 anni. Negli ultimi mesi anche Lucia ha sofferto molto per questa situazione dovuta alla pandemia, ed è demoralizzata per la solitudine e la lontananza dai suoi cari.

In attesa dell’evento, la nostra quasi centenaria, con l’aiuto degli Animatori, ha nuovamente inviato al calciatore della Juventus, Cristiano Ronaldo, un simpatico messaggio. La nostra speranza è che CR7 accolga lo scritto e risponda alla sua tifosa che sta per diventare “maggiorenne”, come lei stessa afferma.

Ecco il testo del messaggio:

Pralboino, 1 marzo 2021

       Carissimo Ronaldo,

“Sono di nuovo la tua grande tifosa, nonna Lucia, di Pralboino (un piccolo paese in provincia di Brescia).

Ti scrivo di nuovo perché l’11 marzo 2021 divento “maggiorenne”!!! Compio 100 anni, ma nonostante ciò mantengo ancora intatta l’abitudine di leggere la “Gazzetta dello Sport” tutte le mattine, per avere notizie su di te e sulla mia Juventus.

Vorrei un grande regalo per il mio compleanno… “che tu vinca con la Juve il decimo scudetto!!!”.

Ti mando una foto attuale:

lucia_100 anni11 marzo 2021

Dal Giornale di Brescia:

I 100 anni di Lucia, storica cartolaia, madrina del gruppo Alpini e tifosa bianconera

“Varca oggi la soglia del secolo Lucia Timini, pralboinese doc e storica cartolaia del borgo. Festeggerà i 100 alla Casa di Riposo del paese, dove da anni è coccolata e amata da tutti.

Testimone di tante vicissitudini, donna di gran spirito, mantiene la lucidità e il sorriso di quando accoglieva i clienti nella sua bottega di edicolante, attività avviata nel 1931.
La sua vita è stata costellata da difficoltà ma anche di soddisfazioni. Il momento più doloroso la perdita del marito Battista Migliorati: “Il nostro matrimonio -ricorda ancora con amarezza- è durato solo 8 mesi tra il 1946-47. La malattia me l’ha strappato prematuramente”.

Nella sua lunga esistenza ha affrontato la guerra e ora il Covid che ha superato e, forte del vaccino, ora vede  come un pericolo passato.
E’ la madrina del gruppo alpini di Pralboino-Milzano-Seniga.
Da sempre tifosa della Juventus è accesa fan di Ronaldo. Con il campione di calcio aveva avuto una corrispondenza epistolare due anni fa culminata con l’omaggio da parte di CR7 di una cartolina dei bianconeri, una spilla e un’agenda. Un momento di di felicità ed entusiasmo, sentimento che ha mai lasciato e che continua a coltivare guardando sempre avanti con serenità e fiducia.”

Ecco il promemoria per la tombolata pomeridiana organizzata in onore di Lucia:

tombolata_lucia

Foto della giornata di festa

20210311_100133

lucia sindacoIMG_20210311_092120IMG_1724IMG_1713

20210311_12011920210311_102330

 

 

 

 

20210311_102420

20210311_102540

20210311_115954

Vaccinazione Ospiti-fase 2

Semplicemente… Grazie! E una bella NOTIZIA

Un altro piccolo ma importante passo nella nostra Rsa. Nei giorni scorsi ad operatori ed ospiti è stata iniettata la 2.a dose di vaccino anticovid-19.

Un riconoscente ringraziamento  ai medici, alla caposala e alle infermiere che hanno dato conferma della loro sensibilità professionale e umana.

Nonostante alcuni fastidiosi sintomi secondari come febbre e dolori muscolari, la vaccinazione è stata, ancora una volta, un’esperienza positiva per tutti.

Ora possiamo pensare con fiducia ad una nuova tappa: riprendere a breve gli incontri ospiti-parenti in condizioni di completa sicurezza. A tal fine, con la generosa collaborazione delle organizzazioni sindacali, verrà presto allestita la sala degli abbracci per una ripartenza in grande.

Pralboino, 11 febbraio 2021

Il Presidente

IMG_3161

IMG_3165

coro_folk_carnate1

Coro Folk Carnate e le Rsa in tempo di pandemia

Abbiamo ricevuto e con grande piacere pubblichiamo questo messaggio nella certezza di aiutare i nostri Ospiti a vivere più serenamente il duro momento che in ogni Casa di Riposo si sta coraggiosamente affrontando.

Coro Folk Carnate si presenta

Il Coro Folk Carnate (MB), diretto dal Maestro Antonio De Nardi, nasce nel mese di ottobre del 2011 come momento importante di aggregazione per le persone amanti del canto di qualsiasi età per passare delle belle giornate in compagnia e soprattutto portare tanta allegria con i nostri Canti Popolari agli Ospiti delle Case di Riposo nelle varie Province e organizzare Serate Spettacolo come momenti di socializzazione e allegria nei vari quartieri dei vari Comuni.

Abbiamo chiuso l’anno 2019 con circa 90 esibizioni nelle varie Case di Riposo e Centri Diurni nelle varie Province di Bergamo, Como, Lecco, Milano e della Brianza.

Il nostro coro è composto da circa 22 componenti tra coriste e coristi e questa attività viene svolta come volontariato.

Il nostro programma è basato soprattutto sulle belle canzoni popolari che hanno fatto la storia del nostro paese, coinvolgendo gli ospiti a cantarle con noi.

In questa situazione drammatica causa il Coronavirus, da alcuni mesi abbiamo pensato di lanciare come Coro Folk Carnate questa iniziativa: “Non lasciamo soli i nostri nonnini”, inviando gratuitamente una cinquantina dei nostri video registrati dal vivo durante delle nostre rappresentazioni fatte nelle varie Rsa con l’intento di portare allegria agli ospiti in questo momento difficile causa il Corona Virus.

Per farveli avere necessita un numero di Cellulare o di un Tablet perché l’invio dei video verrà fatto tramite WhatsApp.

Nella speranza che la nostra iniziativa sia di vostro gradimento, colgo l’occasione per porgere, a nome mio e di tutte le Coriste e Coristi, a voi e ai vostri ospiti un caloroso abbraccio e farvi tanti auguri per il vostro lavoro.

Al momento sono circa 220 le RSA della Lombardia, Emilia-Romagna e Novara che hanno ricevuto e stanno ricevendo i nostri video. Essi stanno riscuotendo un grande successo e portano tanta allegria.
Rimango in attesa di una vostra cordiale risposta.
Maestro Coro Folk Carnate
Antonio De Nardi

Per conoscerci meglio, andare su Facebook e cliccare Coro Folk Carnate

Carnate, 25 gennaio 2021

 Per contattarci Telef. al 334-1300647 o tramite Email, grazie.

coro_folk_carnate3

 

 

 

 

 

 

coro_folk_carnate2

coro_folk_carnate1

don_mario1

Don Mario festeggia le 95 candeline

Oggi, 21 gennaio 2021, tutta la Rsa ha festeggiato l’invidiabile traguardo dei 95 anni raggiunto da don Mario Rossetti, cappellano e ospite da alcuni anni presso la Fondazione Onlus.
La chiusura agli esterni per la pandemia ha impedito a molti amici, sacerdoti e no, di fare direttamente gli auguri, ma essi non hanno mancato di inviare telefonicamente a don Mario il proprio saluto augurale.

Noi abbiamo preparato per lui una squisita torta, condivisa a pranzo con gli altri ospiti, e la classica candelina da spegnere con un soffio. Immancabile anche il regalo di alcuni libri, vista la sua grande passione per la lettura.

Auguri, don Mario, perché fortunatamente devi ancora camminare molto prima di poter raggiungere il traguardo dei 100. Noi ti sosterremo con la nostra preghiera e la nostra amicizia.

don_mario2

don_mario1

 

 

 

 

 

IMG_3131

Vaccinazione Ospiti-fase 1

Questa mattina, lunedì 18 gennaio 2021, è stata avviata la vaccinazione degli Ospiti della Rsa. L’intervento socio-sanitario si concluderà domani con l’aggiunta dei volontari . L’espressione sorridente dei nonni e delle nonne testimonia la loro volontà di andare oltre l’ostacolo e la voglia di tornare a vivere giornate “normali” ricevendo la visita dei familiari

.

IMG_3131

Vaccinazione antiCovid 2021

Dopo due incontri con tutti gli operatori della Rsa per sensibilizzare alla vaccinazione anti Covid-19, sabato 16 gennaio 2021 è iniziata, su base volontaria e con consenso informato dei lavoratori e degli ospiti e dei familiari, la campagna di somministrazione del vaccino della Pfizer a cura dei nostri medici e infermieri professionali coordinati dalla caposala Raffaella Lupi e dal responsabile sanitario, dott. Giovanni Andri.

Nonostante l’alta adesione dei destinatari, la perfetta organizzazione dei responsabili ha permesso di portare a termine in modo veloce, efficiente e completamente sicuro la vaccinazione di tutti gli operatori in lista per la prima giornata.

Domani, domenica 17 gennaio, si procederà alla somministrazione del vaccino per il secondo gruppo.
Lunedì 18 e martedì 19 gennaio verranno vaccinati gli ospiti e, compatibilmente con la disponibilità di dosi di vaccino, anche i volontari.

Il Presidente, in considerazione che siano primarie la tutela della salute dei lavoratori sul loro luogo di lavoro e la salvaguardia della salute degli utenti, esprime un doveroso, caloroso e riconoscente grazie a tutti coloro che si sono prestati per  il successo dell’iniziativa finalizzata a proteggere dalla diffusione del coronavirus i lavoratori occupati e tutti gli Ospiti della Rsa pralboinese.

IMG_3131

 

 

 

 

 

 

 

IMG_3132

IMG_3133

befana

Arriva la Befana


La befana viene di notte”, recita un antico detto.
Ma ieri la giornata piovosa le ha creato qualche difficoltà negli spostamenti e così la simpatica “giovanotta” ha dovuto rinviare a questa mattina l’arrivo nella nostra Rsa. Lei, comunque, è stata accolta con grande gioia dagli Ospiti.

.

COVID-19 Coronavirus Vaccine and Syringe with flag of Italy Concept Image

Vaccinazione antiCovid-19

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha pubblicato nei giorni scorsi un’utile guida sulle problematiche e gli interrogativi relativi alla vaccinazione anti-Covid-19 con il vaccino prodotto dalla Pfizer.
Coloro che volessero prenderne conoscenza possono leggerla e/o scaricarla cliccando sul seguente link: Vaccinazione anti-Covid 19

 

buon_2021

Auguri per un sereno 2021

buon_2021Caro 2020…!!!

Tu sei l’anno che rimarrà scolpito nella nostra memoria per sempre.
Sei arrivato e, come un uragano, ci hai portato via tutto.
Ti sei portato via i nostri cari, i nostri affetti, la nostra vita.
Ti sei preso i nostri abbracci, i nostri baci; ci hai tolto le nostre abitudini, la libertà, la gioia di ritrovarci tutti insieme.
Tra poco, per fortuna te ne andrai, ma caro 2020, la speranza che tutto passerà e tornerà il sorriso sui nostri volti, quella no, non ce la toglierai mai!!!
Pieni di speranza, facciamo a tutti  voi dalla nostra Casa di Riposo,
 gli auguri per un sereno 2021  (N.B.  <Fai click per aprire il video).
videochiamate

Videochiamate in RSA – nuova modalità da gennaio 2021

Modifiche chiamate dal 3 Gennaio 2021 nella nostra RSAvideochiamate

Al fine di evitare alcune difficoltà tecniche e organizzative, si comunica che dal 3 gennaio 2021 le chiamate da parte dei parenti verranno effettuate  SU PRENOTAZIONE dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

Per prenotarsi, siete pregati di chiamare o mandare un messaggio su whatsapp al numero 3345646136 il mattino dalle 11.00 alle 11.30 o il pomeriggio dalle 13.45 alle 15.00.

Le chiamate, poi, verranno avviate a cura dei nostri operatori con il numero 3341027013.

Ciò consentirà di dare a tutti la possibilità di comunicare con i propri parenti, effettuando  una chiamata per ospite al giorno  fino ad un massimo di 3 A SETTIMANA.

E’ possibile anche creare piccoli gruppi familiari per videochiamate su Whatsapp.

Il Presidente
Domenico Filippini

albero_natale

Augurio natalizio del Presidente agli Ospiti

Venerdì 25 dicembre, nel salone del pianoterra della Rsa, il cappellano don Mario Rossetti ha celebrato la santa Messa in occasione del Santo Natale.
Al termine della liturgia, il Presidente ha rivolto agli Ospiti presenti alcune parole per augurare loro un Natale più sereno:

“Carissimi Ospiti, l’arrivo del Coronavirus Covid- 19 ha sconvolto in poco tempo le nostre vite, incidendo fortemente sulla nostra quotidianità fatta di sguardi, abbracci, carezze e contatti stretti con persone a noi care. Questo Natale è diverso dal solito, certamente diverso da come noi ce lo saremmo immaginato.
Il Papa, nei giorni scorsi, ha incoraggiato i fedeli: ”Sorella, fratello, non perderti d’animo. Hai la tentazione di sentirti sbagliato? Dio ti dice: ‘No, sei mio figlio!’ Hai la sensazione di non farcela, il timore di essere inadeguato, la paura di non uscire dal tunnel della prova? Dio ti dice: ‘Coraggio, sono con te”.
Cari Ospiti, quando in noi tutto è buio, ecco apparire come ai re Magi una stella che indica la strada, che ci orienta, che ci dice che Dio ci custodisce e ci difende. Dove regnano liti e discordie, si diffonde oscurità. La luce del Natale, invece, riempie i nostri cuori di pace e di amore.
Con questa speranza, guardiamo più fiduciosi al futuro, senza dimenticare i numerosi degenti che la pandemia ha portato via nei mesi scorsi.
Buon Natale a tutti voi e ai vostri parenti ed amici che, con ansia, attendono da molto tempo di poter nuovamente accedere alla Rsa per salutarvi e riabbracciarvi in tutta sicurezza.”

nonni_natale (Piccola)

I saluti natalizi degli Ospiti ai propri cari

L’arrivo del Coronavirus Covid-19 ha sconvolto in poco tempo le nostre vite, incidendo fortemente sulla nostra quotidianità fatta di sguardi, abbracci, carezze e contatti stretti con persone a noi care. È bastato un virus, invisibile agli occhi, per metterci in ginocchio. Speriamo che questa esperienza tragica ci aiuti a riflettere sulle cose che sono essenziali nella vita e per le quali vale la pena impegnarci.
Il Natale di quest’anno, pertanto, sarà anomalo, certamente diverso da come noi ce lo saremmo immaginato, ma con la collaborazione del gruppo Animazione abbiamo cercato di renderlo comunque speciale creando dei video di auguri da parte di alcuni Ospiti alle loro famiglie…
Ecco alcuni video. Basta cliccare sul nome per vedere e ascoltare:

Gianna Scarpetta                      – Umberto Treccani                           – Lucia Giovanetti 

Beatrice Zangarini                    – Maria Bertoni                                   – Angela Aimo

Giuseppe Consadori                 – Augusta Salanti                                – Francesca Gelmini 

Ida Cattaneo                                 – Concetta Marzullo                         Giulia Guindani

clicca per ingrandire

Un Natale… a misura di Nonni e Bambini

Oggi, giovedì 17 dicembre 2020, la Rsa ha ricevuto i primi lavoretti delle classi primarie di Milzano, di Pavone del Mella e di Seniga. Ed ora anche gli elaborati della Scuola Primaria di Pralboino.

nonni_nipoti (Piccola)A tutti gli insegnanti e agli alunni il Presidente, a nome degli Ospiti, esprime un commosso ringraziamento: ” L’entusiasmo con cui avete accolto l’invito mio e della Fondazione Onlus, l’impegno che avete profuso nel realizzare i lavoretti, i disegni e i biglietti di auguri per rendere meno tristi ed amare  le festività natalizie degli Ospiti, il loro sorriso nel ricevere il frutto del vostro lavoro sono per tutti noi l’occasione per riscoprire la dimensione dei sogni e guardare con maggior fiducia al futuro nella consapevolezza che c’è qualcuno, oltre ai familiari, che ha a cuore il loro bene.

Sono certo che i nostri Ospiti, ricevendo per Natale i vostri doni, non solo vivranno momenti emozionanti, ma si sentiranno meno soli, supereranno i vissuti dolorosi e le paure rimaste nell’attesa di incontrare nuovamente e di riabbracciare i parenti, gli amici e le persone care.
Grazie, grazie di cuore a tutti voi per la vostra entusiastica adesione alla mia richiesta”.

Domenico Filippini


I bambini della Scuola Primaria di Milzano hanno inviato il disegno di un gigantesco albero di Natale con il nome dei piccoli autori:

immagine albero natale bambini Milzano_bis

Cliccare sull’immagine per ingrandirla


La classe 2.a della Scuola Primaria di Pavone del Mella e le classi 2.a e 3.a di Seniga hanno realizzato coloratissimi cartoncini, inviandoli insieme con una lettera pubblicata qui sotto:

primaria_pavone_bis

Cliccare sull’immagine per ingrandirla

Consegna, a nome degli alunni della 2.a di Pavone del Mella e delle classi 2.a e 3.a di Seniga, dei biglietti di auguri  alle nonne a cura di Anna Lisa e Corrado, Animatori della Rsa.

20201218_102709  20201218_102641

20201218_102602  20201218_102432

20201218_102329  20201218_102251

20201218_102209  20201218_102150


Anche gli alunni della Scuola Primaria di Pralboino hanno fatto pervenire al reparto Animazione i frutti del loro impegno, accompagnandoli con una letterina di saluti augurali come si può vedere dalle foto:

IMG_3120                                   IMG_3117



 

I bambini della classe 5^B della Scuola Primaria di Pralboino non hanno voluto mancare l’appuntamento per augurare un sereno Natale ai nonni della Rsa. Essi hanno realizzato due attività molto interessanti:

un video con gli auguri e

 


 

Ringraziamento ai bambini delle Scuole Primarie di Pralboino, Pavone Mella, Milzano e Seniga da parte dei nonni della Casa di Riposo di Pralboino

Pralboino, 13 gennaio 2021

Cari bambini delle Scuola Primaria di Pralboino, Milzano, Pavone Mella e Seniga,
vi vogliamo ringraziare per la sorpresa che ci avete preparato.
Questo anno è stato difficile e complicato a causa della distanza dai nostri famigliari e dai nostri nipoti, dovuta a quel brutto mostriciattolo del  Coronavirus, che sta intristendo la vita di tutte le persone.
Fortunatamente, grazie ai vostri lavori condotti con impegno, siamo riusciti a trascorrere un Santo Natale sereno e con il cuore pieno di gioia.
In tutti noi è forte la speranza che questo periodo finisca presto e possa essere solo un brutto ricordo.
GRAZIE PER NON AVERCI LASCIATI SOLI MA DI ESSERVI RICORDATI DI NOI.
Con affetto

I NONNI DELLA CASA DI RIPOSO DI PRALBOINO

Un semplice ma riconoscente video di ringraziamento di nonna Lucia Timini


La 3^A di Milzano risponde:

Cari nonni, abbiamo ricevuto la vostra lettera e vogliamo ringraziarvi per le belle parole che ci avete detto. E’ stato per noi un piacere creare i disegni per voi, un’attività ci ha permesso di sentirci un pochino più vicini…
Alla prossima, con tanto affetto.

I bambini di terza di Milzano

 

 

IMG_1129

I nostri nonni e la pandemia

Il gruppo dell’Animazione ha cercato di far rivivere agli Ospiti la terribile esperienza della pandemia della primavera scorsa. Ecco alcune testimonianze su come essi l’hanno percepita e vissuta. Le loro parole sono inserite in un cartellone affisso nel salone del pianoterra. (Fare clic sui singoli messaggi per una lettura più agevole!!!)

IMG_1118 IMG_1125 IMG_1129 IMG_1124 IMG_1123 IMG_1128 IMG_1122 IMG_1121 IMG_1120 IMG_1126 IMG_1119 IMG_1127 IMG_1122

 

santalucia_vestizione

Santa Lucia in RSA

f689383c-b4eb-4d09-a253-e0bf6e9bd691 7537dd90-2d96-40ba-8d6f-6c9458368791 3086cc87-60eb-4f21-b236-617d96aa8c26 62ca8ef9-3f6c-4256-a87f-0240235190ae 20e6af53-502f-483e-a300-ada71407e2d3 14cc1c68-8efa-4885-8524-82a533c1aecb 

Santa Lucia viene festeggiata il 13 dicembre.
In alcuni territori del Nord Italia sussiste la tradizione che i bambini scrivano, nelle settimane precedenti la notte “magica” una lettera alla Santa per ricevere doni. I piccoli devono andare a letto presto e lasciare un po’ di cibo per Santa Lucia e fieno oppure carote per l’asino che traina il suo carretto.
Anche i nonni e le nonne della nostra Casa di Riposo, nella mattinata, pur non avendo scritto nessun biglietto di richieste, hanno accolto la Santa e ricevuto in dono una boccetta di acqua di colonia e alcuni dolcetti, nella speranza di attenuare i disagi e le sofferenze dovute alla pandemia da Covid-19.

presepe2020

Il Presepe, medicina antiCOVID-19

Mancano quasi tre settimane alla festa più bella e intima di tutto l’anno: il Santo Natale. Purtroppo la pandemia la fa ancora da padrone e condiziona la vita di tutti noi e, in particolare, degli ospiti della Rsa.
L’ingresso ai parenti è ancora sospeso; la sofferenza degli ospiti, che si sentono abbandonati, è palpabile; gli operatori socio-sanitari e dei vari compartimenti si stanno attivando con grande generosità e impegno per trasmettere, o meglio per far vivere ai degenti momenti partecipati di umanità, solidarietà, comprensione e condivisione dei loro disagi psico-fisici.

In questa gara di condivisione si è inserito il nostro ex- manutentore Antonio che ha voluto fare a tutti noi un dono prezioso e apprezzato. Un modo commosso e commovente per rincuorare tutti gli Ospiti e gli operatori, un invito a guardare al futuro con speranzoso ottimismo. Questa mattina, in men che non si dica, ha allestito all’ingresso del salone al pianoterra un presepe meno spettacolare di quello degli anni precedenti, ma altrettanto carico di significato, di spiritualità e di amore, sentimenti che scaldano davvero il cuore.

presepe2020

regali natalizi

Rsa e classi 2.e della Scuola primaria

La seconda ondata di pandemia dovuta al Coronavirus ha nuovamente resa necessaria la decisione di vietare le visite dei parenti nella nostra Rsa. La conseguenza più evidente è stato il ritorno ad una situazione di disagio e di depressione per gli Ospiti della Fondazione, che temono di essere lasciati soli.

In collaborazione con gli insegnanti delle classi 2^ della Scuola Primaria si è pensato di sensibilizzare i ragazzi invitandoli a preparare biglietregali nataliziti e disegni natalizi augurali per rendere meno pesante il senso di isolamento e di abbandono dei nonni e delle nonne,  ospiti della Rsa.

L’iniziativa è stata proposta con una lettera di invito alla collaborazione da parte del presidente della Fondazione Onlus. Potete leggerla cliccando sul link.

Vi terremo informati sui vari passaggi dell’esperienza. A presto.

Come promesso, vi aggiorniamo sui primi lavoretti ricevuti dalla scuola primaria. Visita la pagina “Un Natale…a misura di nonni e bambini

bambine

Il Gruppo Artistico “La Stanza” di Pavone Mella e la RSA

Il Gruppo Artistico “La Stanza” di Pavone del Mella, continuando la collaborazione iniziata anni fa con la RSA di Pralboino, organizza la mostra benefica “Opere di Bene“.
Tutte i quadri mostrati nel video sono disponibili per la vendita all’asta. Il ricavato sarà devoluto interamente alla nostra Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi” di Pralboino che deve far fronte alle ingenti spese sostenute a causa della pandemia da COVID-19.

Vedi il video con le opere messe all’asta.

IMG_2732_bis

Riapertura ai parenti

Ai Parenti e ai Visitatori degli Ospiti della nostra Fondazione

Si avverte che a tutt’oggi siamo ancora in attesa di ricevere dall’ATS di Brescia un protocollo con le modalità di accesso in sicurezza per i sigg. parenti che desiderano incontrare gli Ospiti della Casa di Riposo.

Siamo consapevoli e condividiamo il vostro disagio  per non poter vedere di persona i propri familiari, ma siamo anche certi che la salute e la sicurezza degli Ospiti siano una condizione prioritaria per tutti.

Per questo motivo, chiediamo cortesemente un po’ di pazienza prima della riapertura della Fondazione Onlus agli esterni.

Non appena possibile, verranno comunicate anche su questo sitoweb la bella e sospirata notizia della fine del lockdown (=chiusura) dei cancelli. e le nuove modalità di accesso.

Grazie per la vostra comprensione.

Pralboino, 21 maggio 2020

                                                                                                           Il Presidente

                                                                                                       Domenico Filippini

Casa di Riposo_moment

Ritrovare il sorriso in RSA

Durante i mesi dell’epidemia da Covid-19, tutti i dipendenti della Rsa di Pralboino hanno svolto con professionalità, serietà e dedizione, con vero Amore il proprio lavoro, rendendo anche meno gravosa agli ospiti, grazie agli strumenti informatici, la prolungata assenza dei loro parenti ed amici.

Medici, infermieri, fisioterapisti, personale socio-sanitario e amministrativo, gruppo Animazione, addetti alla manutenzione, alla cucina, alla lavanderia e alle pulizie hanno lavorato in silenzio, con impegno generoso e a rischio della propria salute, per garantire assistenza e conforto caloroso ai degenti sofferenti e per accompagnare i “terminali” nel salire l’ultimo gradino.
Un ringraziamento convinto e forte a tutti da parte del Consiglio di Amministrazione.

Passati i momenti più difficili, tutto il personale e i residenti si stanno ora impegnando per ritornare ad una vita relativamente normale, per ritrovare la forza e la voglia di sorridere, come si può dedurre dal simpatico video realizzato dal Gruppo Animazione della nostra Rsa:

Video:  Ritrovare il sorriso

Casa di Riposo_moment

IMG_2665

Musica in casa di riposo

Domenica 5 gennaio 2020, nel salone al pianoterra della Fondazione, gli Ospiti hanno apprezzato un pomeriggio di musica grazie alla generosa disponibilità della Dixie Band che solitamente è presente a Gardaland durante la stagione estiva. Del complesso fanno parte due pralboinesi doc: Stefano Piovani e Stefano Aimo.
Il complesso bandistico ha proposto una serie accattivante di esecuzioni strumentali, che gli Ospiti hanno gradito ed apprezzato molto.

IMG_2672 IMG_2669 IMG_2667 IMG_2666 IMG_2665

 

In serata, nel teatro comunale “Carlo Tira” di Pralboino, è andato in onda lo spettacolo che ha visto esibirsi artisti locali e altri personaggi provenienti dal parco divertimenti di Gardaland per un fine benefico: raccolta di fondi per sostenere la casa di riposo. Per l’occasione il Presidente della Fondazione ha sottolineato l’importanza del volontariato come messaggio di speranza e di sguardo positivo al futuro.

Sul palco si sono avvicendati molti artisti, ognuno con il proprio talento, riscuotendo il forte apprezzamento degli spettatori presenti in grande numero. Un GRAZIE di cuore a tutti coloro che hanno contribuito al successo dell’iniziativa e, in particolare, a Stefano Piovani, l’organizzatore-artefice della serata.

IMG_2630

La corale di Virola Alghise in casa di riposo

IMG_2628 IMG_2629

Domenica 15 dicembre 2019 la corale di Verolanuova ha proposto agli Ospiti della nostra Casa di Riposo un concerto per augurare buone festività natalizie.
Dopo alcuni anni, la corale di Verolanuova è tornata nel nostro salone al primo piano per proporre brani natalizi e canti di montagna. Ad aprire il pomeriggio musicale è stato il Presidente, che ha dato il benvenuto ai numerosi ascoltatori e ha ringraziato il gruppo “Animazione” dell’Ente per aver organizzato lo spettacolo, per altro assai apprezzato da tutti i presenti.
I cantori hanno accompagnato gli spettatori attraverso suoni ed atmosfere varie e imprevedibili, tutte emotivamente molto  toccanti.
Alla fine un lungo applauso di ringraziamento da parte degli Ospiti e dei familiari, con l’auspicio di un arrivederci ad un prossimo incontro.

IMG_2621

Santa Lucia con i ragazzi dell’oratorio – 2019

Domenica 8 dicembre alle ore 16.45, con qualche giorno di anticipo rispetto al calendario, Santa Lucia, su un carretto trainato dall’asinello, si è presentata all’ingresso  della Casa di Riposo per portare agli Ospiti un po’ di allegria e regalare sacchettini di caramelle a tutti. La Santa, tutta vestita di bianco e con un velo che le nascondeva accuratamente il viso, si è aggirata nei due saloni e nelle camere degli ospiti allettati, intrattenendosi un po’ con loro. Una vera festa e tanta allegria per i nostri nonni, ma anche per i bambini dell’oratorio che accompagnavano la santa.

IMG_2621   IMG_2622

IMG_2623  IMG_2626

 

 (N.B.: clicca su ogni immagine per ingrandirla e per chiuderla).

san_flavianino_bis

San Flaviano 2019

Domenica 13 ottobre 2019, la comunità pralboinese ha festeggiato il santo patrono Flaviano martirizzato al tempo dell’imperatore romano Giuliano l’Apostatae, e ha ricordato sia il 70° di ordinazione sacerdotale di don Mario Rossetti sia il 40° di ordinazione sacerdotale del prevosto, don Faustino Sandrini
san_flavianino_bisNella giornata di lunedì pomeriggio, comunemente chiamata “San Flavianì”, gli ospiti della Fondazione, grazie alla collaborazione fattiva di numerosi volontari e famigliari, si sono recati in visita all’urna di San Flaviano, collocata in un altare laterale della Basilica minore.

tombolata 2019

30.ma edizione della mostra mercato

Domenica 15 settembre 2019, gli ospiti della casa di riposo hanno riproposto la tradizionale

tombolata 2019mostra-mercato. In mattinata abbiamo sfilato con le carrozzelle sospinte da generosi volontari e da parenti per le vie del paese. Assai gradita è stata la sosta al bar “90° minuto” per un caffè o una bibita dissetante.
Nel pomeriggio gli animatori hanno proposto una tombolata per gli ospiti e i parenti.
Lungo i viali del giardino della casa di riposo sono state allestite numerose bancarelle che hanno dato la possibilità ai visitatori di fare acquisti di ogni genere (collezioni di pietre, libri, lavori di uncinetto, quadri, artigianato, bigiotteria ecc.). L’appuntamento è per l’autunno del prossimo anno.

.

teresa_107 anni

Teresa Papa e le sue 107 candeline

teresa_107 anni

Domenica 21  luglio 2019, la nostra Ospite, Teresa Papa, ha festeggiato il suo compleanno, spegnendo ben 107 candeline.
Intervistata dalla giornalista di ManerbioWeek ha detto: “Sto bene con i miei 107 anni anche se ora sarebbe venuto il momento di andarmene. Ho avuto una vita di sacrifici, ho lavorato la terra in campagna e ho tirato su i miei tre figli. Eravamo poveri ma non ho mai pianto, non mi sono mai fatta vedere con le lacrime di miei figli. Ho avuto la forza di sopportare e di non stare a lamentarmi con le mani in mano come invece fanno alcune donne di oggi”.

Il tempo per lei sembra non passare mai. Trascorre le sue giornate nella casa di riposo con lo stesso spirito battagliero che l’ha sempre contraddistinta e aspettando la visita giornaliera dei figli.

.

IMG_1048

Banda municipale in RSA – giugno2019

Sabato 8 giugno 2019 la Banda municipale di Pralboino ha offerto un concerto agli ospiti della nostra Rsa prima del break estivo.
Le condizioni meteorologiche erano perfette: cielo azzurro e sole abbastanza caldo, rinfrescato da una leggera brezza. Tutto ciò ha permesso di sfruttare lo splendido giardino della Fondazione Onlus, ove  gli ospiti e i loro parenti hanno preso posto di fronte al complesso bandistico schierato sul palco.
Il presidente ha tenuto un breve discorso di apertura, ricordando che la musica fa star bene e allieta lo spirito.
La banda ha anche un valore simbolico, essendo un invito alla aggregazione, al dialogo, alla convivenza e all’amicizia, ha ricordato il presidente.
Il repertorio, vario e spesso legato a colonne sonore di film e canzoni, alla storia personale di ciascuno di noi, alla nostra infanzia e giovinezza, è fonte di forti emozioni e, per qualcuno, anche di qualche lacrima.
L’attività musicale, infine, è un valore per la mente degli ospiti poiché attiva le aree del cervello, ma anche del cuore poiché suscita molteplici emozioni.
All’amico Samuele, poi, è toccato il ruolo di presentare i singoli brani proposti dal gruppo dei suonatori, diretto dalla maestra Rosy Prestini.
Lo straordinario pomeriggio musicale si è concluso con i rituali ringraziamenti e con un breve saluto del neoeletto e riconfermato sindaco, sig. Franco Spoti.

.

arte_tempo

Educazione intergenerazionale

L’ARTE RICOMPONE IL TEMPO

Partendo dalla premessa che gli anziani e i bambini stanno bene insieme e sono ricchezza gli uni per gli altri e che l’arte li unisce ancora di più, nella mattinata del  12 aprile 2019 si è svolta una esperienza laboratoriale con ospiti della casa di riposo,  bambini della scuola primaria e allievi dell’Accademia SantaGiulia in un salone della nostra Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi”.

L’iniziativa è stata promossa e coordinata dalla Accademia SantaGiulia con la partecipazione dei nonni della nostra Fondazione Onlus, due classi della Scuola Primaria di Pralboino e alcuni studenti dell’Accademia SantaGiulia.

Un grazie particolare alla famiglia Romagnoli per aver fatto vivere agli ospiti della Fondazione momenti emozionanti nella collaborazione artistica con i bambini della Primaria e gli allievi dell’Accademia.

Ecco il video della esperienza laboratoriale “L’arte ricompone il tempo

 

1maggio_concerto

Festa del 1° maggio 2019

Il 1° maggio, festa del lavoro, la banda municipale di Pralboino ha fatto visita agli ospiti della Fondazione Onlus, offrendo un concerto molto apprezzato. La musica “lega” le persone. La musica fa star bene e allieta lo spirito.
Il cielo azzurro e la mattina di tiepido sole hanno dato la possibilità agli ospiti di uscire nel piazzale antistante l’ingresso e di applaudire calorosamente tutti i musicisti, la maestra Rosy Prestini, il sindaco Franco Spoti e i partecipanti alla sfilata per le strade del paese. Una giornata davvero straordinaria per tutti.
L’incontro si è concluso con l’Inno di Mameli e i nonni hanno accompagnato l’esecuzione cantando, a squarciagola, il testo dell’inno d’Italia.1maggio_concerto

 

bimbi e nonni in rsa

Bimbi e nonni in RSA

Un’esperienza indimenticabile per tutti, bambini e nonni. La vita è ancora più dolce se si vivono momenti esaltanti come questi.
Così una dipendente della Fondazione ha commentato l’avvenimento: “Un incontro tra bimbi e anziani nella mia rsa….i bimbi sono i figli di tutti e i nonni sono i nonni di grandi e piccini, e anche se un nonno è in una rsa ha il diritto sempre a tutto ciò che è vita fino all’ultimo giorno……La vostra Manu!!!!

Anche l’animatrice Loretta ha detto: “Sono stati bravissimi questi bimbi e le loro maestre!! Hanno portato tanta allegria ai nostri nonni che si sono pure emozionati!!”.

Il saluto finale tra i bimbi e i nonni è stato affidato ad una bella filastrocca che si può leggere cliccando su Filastrocca dei nonni 

bimbi e nonni in rsa

 

lucia_timini

Nonna Lucia scrive e CR7 risponde

Pralboino, 9 gennaio 2019

 

Caro Cristiano,

 Sono una nonna di 97 anni di Pralboino, un piccolo paese in provincia di Brescia. Sono una grande tifosa della Juventus da moltissimi anni!

Mi ricordo che l’unica volta che ho visto la Juve giocare è stato a Brescia circa 50 anni fa…. e avevamo perso 2 a 1!

Sono una tua grande ammiratrice e ti guardo sempre in televisione. Sono felice per te, perché la vita ti ha dato tutto: sei bello, ricco e bravo a giocare a pallone!

Ora vivo in casa di riposo, qui a Pralboino; sto bene ma per camminare ho bisogno di un carrello deambulatore. Su questo carrello c’è un cestino per appoggiare la mia borsa e io ho addobbato questo cestino con la sciarpa della Juventus e con la tua fotografia. Tutti quelli che mi incrociano nei corridoi della casa di riposo mi salutano dicendomi: “Forza Juve” e per me è il saluto più bello che ci sia!

Vorrei un grande regalo per il nuovo anno…. che la Juve vinca sempre…… Pensaci tu: tutte le coppe devono essere nostre!!

Lucia Timini

Ti auguro

un felice anno nuovo e

che la tua vita

sia sempre meravigliosa!

 

 

                                                       

                                                          La tua supertifosa

                                                          LUCIA TIMINI

P.s.: Se vuoi venire a trovarmi ti aspetto alla casa di riposo di Pralboino (BS).

Da Manerbioweek di venerdì 18 gennaio 2019
E’ questa la lettera inviata nei giorni scorsi allo Juventus Football Club di Torino e a firmarla è Lucia Timini, 98 anni a marzo, da sempre tifosa bianconera che spera di realizzare il suo sogno: incontrare i giocatori della sua squadra del cuore.

Ospite della «Fondazione Longini Morelli Sironi» da qualche anno, ora con l’aiuto del personale della struttura, ha preso carta e penna. E Cristiano Ronaldo ha risposto inviando una agenda e una fotografia con dedica «Para nonna Lucia».

Un’emozione indescrivibile per la signora Lucia e per tutta la casa di riposo quando hanno aperto la cassetta della posta e trovato la busta che arrivava da Torino. Cr7 ha letto la lettera della sua tifosa bassaiola e non ha mancato di risponderle.
La bandiera della Juventus sventola nella grande sala della casa di riposo dopo la vittoria della Supercoppa Italiana sul Milan di mercoledì sera e Lucia, molto conosciuta in paese perché faceva l’edicolante, sfreccia con il suo deambulatore decorato con la fascia bianconera e la fotografia di Ronaldo in bella vista. In camera invece rimane, a far da guardia, il pupazzo bianconero a cui dice sempre prima di uscire «mi raccomando: vinciamole tutte».
«Tifo la Juventus da quando avevo dieci anni e io e mio fratello, che era interista, andavamo a distribuire i giornali, perché allora si portavano casa per casa. Avevamo la Gazzetta dello Sport e quando la Juventus vinceva la mettevo sempre in bella mostra, ma quando vincevano l’Inter o il Milan la mettevo sempre a testa in giù. Quando poi ho aperto il negozio avevo la Juventus dappertutto. Quando venivano i bambini piccoli in negozio dicevo “dovete dire Forza Juve e vi do una palanca” e fin da piccoli cercavo di insegnargli la mia passione» ha raccontato Lucia, che tutti chiamano appunto «Lucia dei giornali» e conoscono la sua passione calcistica.
«Quando vincevamo gli scudetti o le coppe, partivano i festeggiamenti e andavo in giro per il paese con la bandiera e addirittura una volta il parroco mi ha ripreso ma io gli ho detto “come lei va in giro con lo stendardo della Madonna, io vado in giro con la mia bandiera” – ha raccontato Lucia – “Solo una volta sono andata allo stadio a vedere una partita. Mia mamma non voleva lasciarmi andare, ma poi mi ha detto “se non ti faccio andare mi fai diventare matta tutto il giorno” e allora sono partita con il ragazzo che faceva il fotografo di Pralboino e sono andata allo stadio».
Quella però fu la prima e l’ultima volta che Lucia vide una partita della sua amata squadra. La Juve infatti perse 2 a 1 e da allora Lucia giurò di non guardare mai più una partita pensando di portare sfortuna. Per cui ogni volta che c’è una partita aspetta solo il risultato finale. «Tanto le vinciamo sempre tutte, ormai perdiamo poco» ha commentato.

In casa di riposo è amata e conosciuta da tutti per la sua passione, e dopo ogni vittoria in tanti si fermano a scambiare due parole con lei commentando il risultato e la salutano dicendo «Ciao Juve»
«La mia memoria comincia ad avere qualche vuoto e mi sfuggono i nomi dei calciatori che più mi piacevano quando ero ragazzina, ma mi è sempre piaciuto il portiere Buffon e ora Cristiano Ronaldo, con lui ora vinciamo tutte le coppe».
Ora Lucia, una forza d’animo invidiabile e gli occhi lucidi mentre ricorda «i bei tempi» e tiene tra le mani soddisfatta i due cimeli ricevuti, potrà raccontare di aver realizzato anche questo suo grande sogno.

Auguri natalizi dalla scuola primaria 2018

Alcune classi della scuola primaria, ben dirette e coordinate dagli insegnanti, hanno portato agli Ospiti della Rsa gioia e sorrisi con i loro canti e le loro danze. Sono stati gli auguri più graditi ed apprezzati dai nonni. 

.

Concerto prof. Albanese – Natale 2018

Prima di partire per la sua amata Puglia e riunirsi alla famiglia per trascorrere in serenità le festività natalizie e di fine anno, il prof. Giuseppe Albanese ha proposto agli Ospiti della RSA un pomeriggio musicale augurando a tutti un Santo Natale e un gioioso 2019.

.

“Poco Stabile” nella RSA Pralboino – 2018

In prossimità delle feste natalizie, anche quest’anno (domenica 23 dicembre 2018) la compagnia teatrale “Poco Stabile” di Pavone del Mella, guidata dal regista Bruno Manenti, ha portato i propri saluti e gli auguri agli Ospiti della nostra Rsa, interpretando tre divertenti scenette in dialetto bresciano, scritte da Maria Filippini: “Non c’è due senza tre”, “Chi cerca trova”, “Profumo di gelsomino”.
L’intrattenimento è risultato graditissimo agli Ospiti e ai loro parenti, che hanno espresso il loro ringraziamento con un prolungato applauso.

.

Angela Facconi e la torta per i suoi 100 anni

Angela Facconi in festa per i suoi 100 anni

Dopo la festa per i 106 anni della nonna Teresa Papa, alla Fondazione Onlus  di Pralboino si è cantato e si è ballato in onore della nonna Angela Facconi che, mercoledì 24 ottobre, ha raggiunto l’ambito traguardo dei 100 anni.
I familiari si sono uniti a tutto il personale dell’Ente per augurare ad Angela di continuare a vivere serenamente i giorni della sua vita, segnata in passato da molti momenti difficili.
Dopo l’immancabile taglio e assaggio della torta, il gruppo “Cantùr de Castelet” ha intrattenuto gli ospiti alternando canti “della beata gioventù” a barzellette assai divertenti

.

PHOTO-2018-10-15-19-36-33

Gli ospiti della RSA in visita a san Flaviano 2018

PHOTO-2018-10-15-19-36-33Lunedì pomeriggio, 15 ottobre 2018, numerosi ospiti accompagnati in carrozzella da volontari si sono recati nella Basilica minore di san Andrea (Pralboino) per ammirare l’urna e lo scheletro ben conservato di san Flaviano, che ogni anno, in occasione della festa del santo patrono, vengono svelati e esposti alla contemplazione e alla preghiera dei pralboinesi.
La giornata con cielo sereno e tiepido sole autunnale ha favorito la partecipazione di molti ospiti.
Dopo le tradizionali notizie storiche sulla Basilica e su san Flaviano offerte ai partecipanti dal presidente della Rsa, il parroco don Faustino ha guidato la preghiera al santo patrono e ha impartito a tutti la benedizione con la reliquia del santo

.

christopher_castellini

Mondiale di magia

Castellini sale sul podio

Sul gradino più basso del podio al campionato mondiale di magia. Un terzo posto nella categoria christopher_castelliniMentalist arrivato nonostante una malattia, la distrofia muscolare, che lo affligge da quando era bambino.
Un autentico successo per Christopher Castellini, 26 anni, di Gottolengo, che lo scorso fine settimana ha conquistato il podio al Mondiale organizzato a Busan, in Corea del Sud, dalla Federation International des Societes Magiques, e che ha visto la partecipazione di oltre 150 maghi provenienti da 43 Paesi i quali, suddivisi in categorie, si sono esibiti davanti a circa 5mila spettatori.

L’illusionista, reduce dalla conquista del terzo posto al campionato europeo di magia svoltosi all’Opera House Theater di Blackpool, nel Regno Unito, è noto non solo al pubblico bresciano per le sue apparizioni televisive e per lo spettacolo La Scelta, ma ha guadagnato una certa fama a livello internazionale.
Classe 1992, Castellini ha imparato sin da bambino a cambiare prospettiva, quando ha scoperto di essere affetto da una distrofia muscolare che lo costringe in carrozzina e che progressivamente gli sta togliendo la forza. Ma non quella di proseguire nel suo sogno di combinare la spettacolarizzazione dell’illusionismo, la forza del mentalismo e una ricerca sul senso della vita. per aprire scenari inesplorati e trasformare la mente stessa degli spettatori in un luogo in cui accade la vera magia. (dal Giornale di Brescia).

Christopher tra i nonni della Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi” di Pralboino.

IMG_0497

Serata sotto le stelle-settembre 2018

Mercoledì sera, 19 settembre 2018, è stata proposta nel parco della Fondazione una serata sotto le stelle con la collaborazione preziosa dei volontari del centro astronomico di Bassano Bresciano. Essi hanno parlato di alcune stelle e costellazioni visibili nel cielo purtroppo non perfettamente limpido.

I nonni sono rimasti con il naso all’insù affascinati dai racconti degli astrofili intervenuti in compagnia dei tanti partecipanti esterni. E’ stato anche un modo per far conoscere la realtà della casa di riposo, dove i nonni sono sempre impegnati in attività che stimolano la loro curiosità e le loro capacità cognitive

.

20180916_101120

Fond. Onlus “Longini-Morelli-Sironi” in festa-2018

Domenica 16 settembre 2018 è stata una giornata ricca di iniziative per gli ospiti della Rsa: una mostra mercato ha animato il verde parco della Fondazione; al mattino c’è stata la camminata con i nonni in paese e nel pomeriggio una appassionata briscolata ha permesso ai nonni di giocare a carte insieme con i figli e i nipoti. Una giornata con momenti di confronto, socializzazione e apertura verso l’esterno.

.

teresa_papa_106anni

Teresa e … il traguardo delle 106 primavere

Oggi, 21 luglio 2018, Teresa Papa, ospite della nostra Rsa, raggiunge e festeggia il traguardo di 106 anni: è la decana del paese. Ieri si sono svolti i festeggiamenti da parte degli ospiti e dei parenti nel nostro salone al pianoterra. Ad allietare la ricorrenza le note musicali di Alberto Mor.

Nonostante l’età, Teresa ha conservato il suo homour e il suo brio di sempre. Occhietti furbi, sempre attenta a quanto le accade intorno, non si lascia sfuggire niente e ha un saluto cordiale per tutti quelli che entrano nel salone della casa di riposo.

La sua fibra e la sua vitalità hanno avuto conferma, ancora una volta, cinque anni fa quando si è sottoposta, con successo, a due interventi per la rimozione delle cataratte, riappropriandosi di 9/10 e 10/10decimi.

.

Christopher con ospiti RSA

Pomeriggio di … magie con Christopher

La magia e la forza d’animo di Christopher nella nostra Fondazione Onlus

Gli Ospiti della Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi” hanno vissuto un pomeriggio intenso con Christopher Castellini, il giovane mentalista che ha lasciato tutti a bocca aperta con la sua destrezza magica.

                                                                                                                        Christopher con nonna Teresa
L’illusionista gottolenghese, ha dato vita ad un incontro-spettacolo, mostrando le sue capacità attraverso alcune dimostrazioni di magia mentale.
Egli ha anche parlato agli ospiti della sua malattia e di come abbia trovato la forza e l’ispirazione per coltivare questa passione fin da piccolo: anziché lasciarsi abbattere dalle avversità, ne ha fatto un suo punto di forza e ha scelto di vivere a pieno la sua vita.

Christopher con ospiti RSA

– Leggi un altro articolo “Mondiale di magia, Castellini sale sul podio” 

Stage in cucina

IMG_stage cucinaNei mesi di aprile e maggio 2018, due alunni del Centro di Formazione – Istituto Bonsignori di Remedello, insieme con la loro insegnante-educatrice, hanno vissuto una interessante e coinvolgente esperienza presso il reparto di cucina della nostra Fondazione.

L’obiettivo del progetto era di potenziare le capacità dei due allievi, continuando a favorirne il percorso di crescita personale e sociale.
Troppo spesso, infatti, si è portati a pensare che disabilità e lavoro siano incompatibili, ma ciò che è accaduto presso la nostra Rsa non solo dimostra che non è così, ma racconta anche come esistano attività in cui queste persone dimostrano una spiccata attitudine. Si tratta di lavori metodici, basati su ripetizioni di azioni (apparecchiatura delle tavole, preparazione dei piatti e del cibo previsti dal menu giornaliero, pulizia e igiene dell’ambiente di cottura) , che richiedono organizzazione, ordine, chiarezza, istruzioni visive, tutti aspetti che, per chi è portatore di disabilità, sono indispensabili per relazionarsi.

banda 2018

Banda municipale 2018

Sabato 9 giugno 2018, nello splendido giardino della Fondazione, la Banda municipale, diretta dalla maestra Rosy Prestini, ha intrattenuto gli ospiti con un apprezzato ed applauditissimo concerto, proponendo brani sia del repertorio classico e sia di compositori moderni.

Il concerto è stato introdotto dal Presidente della RSA che ha ricordato la lunga e gloriosa storia del gruppo bandistico pralboinese, storia iniziata dal musicista Migliorini nella seconda metà dell’800.

.

laghetto sette fontane

Il laghetto delle 7 fontane-2018

Giovedì 24 maggio 2018, alcuni ospiti della Fondazoine sono andati in gita al laghetto delle 7 fontane a Castelletto di Leno.

 

E’ stato uno splendido pomeriggio in riva alle fresche acque sorgive. La visita inaspettata di due pony e di un cavallo, che si sono fatti docilmente accarezzare e fotografare ha contribuito a rendere ancora più piacevole l’uscita.

Immancabile, a conclusione del pomeriggio trascorso in allegria, è stato il rinfresco a base di biscotti, brioches e caramelle.

IMG_0185

Giochi della Terza Età – 2018

Giovedì 07 giugno, alla nostra Casa di Riposo si è disputata la 29esima edizione della iniziatita con la partecipazione di altre due case riposo: quella di Verolanuova e di Seniga.

Qtest’anno la coppa è andata agli ospiti della vicina residenza di Seniga.

Tanti i giochi preparati dagli Animatori per divertire gli ospiti che si sono cimentati con entusiasmo ed impegno nelle varie prove.
Ai primi tre classificati nei vari giochi sono state consegnate le medaglie di rito, mentre alla Rsa di Seniga è toccata la coppa per il miglior punteggio accumulato in tutte le gare.

giuseppe_albanese

Pomeriggio in musica con Giuseppe Albanese

Lunedì 14 maggio 2018, alle ore 15.30 il prof. Giuseppe Albanese è tornato alla nostra “Fondazione Onlus” per eseguire canti di musica leggera e della tradizione popolare italiana, assai graditi agli ospiti dell’Ente.
Come già l’anno scorso, alcune nonne si sono anche unite al solista nell’esecuzione canora e qualcuno ha addirittura accennato passi di danza al suono dei loro brani preferiti.

In conclusione tutti i presenti hanno trascorso in serenità ed allegra compagnia un altro pomeriggio da conservare tra i ricordi più belli.

.

 

IMG_0008

Festa della Mamma 2018

Martedì 8 maggio 2018, nella casa di riposo di Pralboino si è organizzato un pomeriggio musicale in occasione della festa della mamma. Per l’occasione sono intervenuti anche alcuni ospiti e animatori delle case di riposo di Seniga e di Verolanuova.

Accompagnati dalle note del musicista Andrea Zito, alcuni ospiti si sono sfidati in una gara canora, mentre altri, guidati dagli animatori, si sono cimentati in alcuni passi di danza. La festa si è conclusa con un apprezzatissimo gelato come sempre abilmente preparato dal reparto cucina. Grazie a tutti per il bel pomeriggio trascorso insieme.

.

Tai_Ji_Quan

Tai-chi-quan, corso in casa di riposo

Tai_Ji_Quan

Il Tai chi chuan è una disciplina dalle origini antiche, che si avvicina al mondo delle arti marziali, utile per il potenziamento del carattere, l’elasticità di tendini e muscoli e il miglioramento della postura.

“Tai Chi” sta per “Grande Termine” o “Suprema Unità”, mentre “Chuan” significa “lotta” e ci riporta alla mente le origini marziali di questa arte, caratterizzata dalla ricerca dell’armonia e dell’equilibrio di Yin e Yang in quel microcosmo che è l’essere umano.

Ogni mercoledì, nella palestra della Fondazione, il maestro Augusto Cappelli tiene una lezione agli Ospiti con la finalità di sviluppare l’energia (Qi) e la presenza mentale (Yinien) garantendo ai praticanti un miglioramento del proprio stato di benessere e di sicurezza.

.

Letizia e Ermanno della  compagnia Poco Stabile

Compagnia teatrale “Poco Stabile” – dicembre 2017

Domenica 17 dicembre 2017, la compagnia teatrale “Poco Stabile” di Pavone del Mella è ritornata alla casa di riposo per gli auguri natalizi a tutti gli ospiti, proponendo alcune scenette molto divertenti in dialetto bresciano.

.

IMG_1590

Un defibrillatore in dono alla casa di riposo

Più sicurezza alla Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi” grazie all’installazione di un defibrillatore portato da BabIMG_1590bo Natale, complice l’aiuto generoso della ditta impianti elettrici Leonardo Sega di Pontevico.

La dirigenza dell’azienda ha aderito di buon grado all’appello dei medici che da tempo chiedevano la dotazione di un ulteriore strumento salvavita all’interno della Fondazione.

“Il desiderio è diventato quest’anno una concreta realtà”, afferma il presidente che ringrazia la ditta per la straordinaria disponibilità. “Ora -continua- anche la casa di riposo dispone di un defibrillatore che, reperibile in pochi istanti, può salvare la vita degli ospiti”.
Lo strumento è inserito in un apposito contenitore controllato con un apparecchio di sicurezza.

maria_comincini_102 anni

Addio alla centenaria Maria Comincini

maria_comincini_102 anni

Si è spenta nei giorni scorsi Maria Comincini, la seconda signora più longeva di Pralboino.
La signora era ospite da molti anni nella nostra Casa di Riposo di Pralboino. Il suo sorriso è sempre stato la sua firma, il segno che l’ha sempre contraddistinta. Molto amata e benvoluta da tutto il personale dell’Ente, che l’ha accompagnata e accudita fino a superare il secolo di vita.

Aveva spento 103 candeline lo scorso 13 gennaio e negli anni passati non sono mancati i festeggiamenti in occasione degli importanti traguardi raggiunti.
Maria, che era la seconda nonna più longeva (preceduta da Teresa, che di anni ne ha 105), non si era mai sposata e non aveva figli, ma numerosi nipoti, tra cui Rina, anch’essa ospite della casa di riposo di Pralboino, Primo, che è il presidente del circolo anziani dell’Ente e Pierantonio, che ora piangono la sua scomparsa.

L’anno scorso, in occasione del suo 102.esimo compleanno, l’avevamo intervistata e ci aveva raccontato un po’ di sé stessa e della sua vita. Nata nel 1915, ha vissuto gli anni terribili delle due guerre mondiali, la miseria e le difficoltà di quegli anni. Fin da ragazza, ha sempre fatto la sarta ricamatrice, come artigiana: cuciva e realizzava in particolare le camicie da uomo tra le mura di casa.

I funerali si sono svolti ieri pomeriggio, 18 gennaio 2018, nella chiesa parrocchiale di Pralboino.

tombolata 2018

La tombolata dell’Epifania – 2018

tombolata 2018_a

Oggi 6 gennaio 2018, giorno dell’Epifania, viene proposta la tradizionale tombolata alla casa di riposo.

Dalle 15.00 inizia la divertente sfida per aggiudicarsi i ricchi premi in palio offerti dall’Amministrazione comunale. Tra questi, vi sono fazzoletti, calze, maglie intime, camicie da notte e pigiami.

Ci sarà anche l’estrazione della lotteria dell’Epifania con ben venti premi, di cui il primo è una macchina del caffé e, a seguire, cesti gastronomici donati dai fornitori della Fondazione Onlus.

La tombolata sarà anche l’occasione per familiari e amici di passare un pomeriggio in compagnia degli ospiti della Fondazione.tombolata 2018

DSCN1781

Il vescovo Tremolada in visita a sorpresa alla casa di riposo

Visita a sorpresa del nuovo vescovo di Brescia, mons. Pierantonio Tremolada, alla casa di riposo di Pralboino. Giovedì mattina, 28 dicembre 2017, il prelato, accompagnato dal parroco don Faustino Sandrini, è arrivato alla Fondazione per incontrare don Mario Rossetti, cappellano, e don Gianni Serafino Tomasini, ospite da alcuni mesi nella nostra struttura, con i quali si è intrattenuto in colloquio privato.

vescovo_don gianni tomasini

La visita è stata molto gradita anche dagli ospiti della Rsa che sono stati salutati singolarmente dal vescovo. Per ognuno di essi egli ha avuto una parola di conforto, una battuta o un pensiero.

Mons. Tremolada è stato impressionato dal lavoro che gli ospiti stanno facendo nel periodo natalizio. In particolare ha apprezzato il loro impegno nella reDSCN1781alizzazione di alberelli fatti con cannucce di carta e abbelliti dalle immancabili lucine natalizie.

 

 

20171126_165712

I gnari de Len

Domenica 26 novembre 2017 gli ospiti della Fondazione Onlus hanno vissuto un pomeriggio musicale grazie alla disponibilità de “I Gnari de Len”.

Il gruppo nasce nel 1982 a Leno ad opera di alcuni amici desiderosi di creare una realtà assolutamente nuova in campo musicale.

Il gruppo è composto da circa 40 elementi: uomini e donne di ogni età, che con la loro divisa a quadrettoni, il fiocco ed il cappellino creano un’atmosfera divertente suonando gli strumenti più strani: dalla tradizionale tromba agli attrezzi da lavoro. Esso comprende strumenti in legno che rievocano la realtà contadina, donne in costume e strumenti tradizionali.

La finalità è quella di aggregare amici amanti della musica e dell`allegria, senza alcun scopo di lucro.

.

IMG_0677

Mostra_mercato 2017

Domenica di festa all’aperto alla casa di riposo

Complice la insperata giornata di sole, gli ospiti della Fondazione Onlus – domenica 17 settembre 2017 – sono stati coinvolti al mattino in una passeggiata per le strade di Pralboino, accompagnati da volontari, parenti e amici che hanno aderito all’iniziativa. Immancabile, a metà del percorso, una sosta ad un bar locale per un caffè, una bibita o un dolcetto.
Numerose anche le bancarelle di hobbistica ed artigianato che hanno dato vita ad una piccola mostra mercato.

Nel pomeriggio, invece, a partire dalle ore sedici, gli ospiti, insieme ai nipotini, sono stati incantati dallo spettacolo di giocoleria e dai “numeri” messi in scena dal giovane acrobata Marco.

Una festa pensata per stare insieme che dura da oltre vent’anni ed è ormai una lunga tradizione per la Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi”.

.

DSCN1356

CBA ha a cuore il benessere degli ospiti

Nella primavera 2017 la CBA Informatica di Rovereto ha inviato alle case di riposo di tutta Italia, clienti della ditta medesima, l’invito a partecipare ad una iniziativa dal titolo “CBA ha a cuore il benessere degli ospiti“. Circa 60 progetti in diversi ambiti tra cui: musicoterapia, yoga della risata, pet-therapy, arte-terapia, laboratori di racconti, ortoterapia, sono stati consegnati alla CBA, che ha istituito una Commissione di valutazione.

Ebbene, ieri 3 agosto 2017 è arrivata un’email al nostro Ente con la comunicazione che il nostro progetto “Lavoro a maglia senza ferri” o “Arm Knitting” è stato valutato come miglior progetto dell’edizione 2017.
La Commissione CBA ha giudicato positivamente la proposta del Gruppo Animazione e degli Ospiti, ritenendola innovativa per la sua capacità di unire passato e presente attraverso la rivisitazione di un’attività manuale della tradizione in chiave moderna, per i numerosi benefici psico-fisici che porta agli ospiti e per la possibilità di creare momenti di condivisione e socializzazione nonché di produzione all’interno della Fondazione.
Al gruppo degli ospiti che hanno lavorato al progetto “Lavoro a maglia senza ferri” è stato anche assegnato un contributo del valore di 1.000 Euro, che verranno utilizzati dalla sezione Animazione per le varie attività culturali e ricreative.

.

Breve descrizione del progetto: 

Continue reading

IMG_8038

E ora sono 105 gli anni di Teresa in papa…mobile

E’ proprio il caso di dire 105 anni e non sentirli. Protagonista è Teresa Papa che ha raggiunto l’ambito traguardo godendo di ottima salute  e con una lucidità e memoria invidiabili.
Grande festa, quindi, venerdì pomeriggio 21 luglio in occasione del suo compleanno alla casa di riposo “Longini-Morelli-Sironi”. Attorno a lei si sono uniti, festanti, i tre figli (Giacomo, Pietro e Domenica), il personale dell’Ente, gli altri ospiti, i nipoti e il sindaco Franco Spoti, che le ha regalato un mazzo di fiori a nome dell’Amministrazione comunale.
Musica, torte, dolcetti vari e tanta emozione per Teresa che felicissima ha ringraziato tutti e ha aggiunto: “Che sia l’ultima festa, però!”, una frase che ripete ogni anno per scaramanzia.

.

banda_2017

Concerto della Banda Municipale – Giugno 2017

Sabato 10 giugno 2017, puntuale come un orologio svizzero, la Banda Municipale di Pralboino ha tenuto un concerto, come tradizione da alcuni anni, nel magnifico giardino della Casa di Riposo dedicandolo completamente agli Ospiti e ai loro familiari. I brani offerti all’ascolto erano quelli eseguiti per la festività del 2 giugno nel teatro municipale “Carlo Tira”.

La Banda è stata accolta dal Presidente dell’Ente che ha introdotto brevemente lo spettacolo musicale con parole di saluto e di benvenuto:

“La Banda Municipale di Pralboino è un tassello importante della storia del nostro paese e della nostra comunità:
– è un bene sociale per la sua forza di aggregazione
– svolge un’azione culturale poiché facilita la conoscenza e il godimento estetico della musica.

La sua nascita risale al lontano 1865, come testimonia una lapide conservata nel nostro cimitero. Da allora ad oggi, fatte salve due interruzioni dovute agli eventi bellici delle due guerre mondiali, in questo lungo arco di tempo si sono susseguiti diversi maestri e numerosi musicisti. Il sodalizio bandistico pralboinese, comunque, si è sempre distinto in tutti i suoi servizi e manifestazioni e tuttora prosegue l’attività in un ammirevole spirito di serietà, di impegno e di gratuità.

La nostra Banda Municipale ha anche un altro pregio: ha a cuore la formazione dei giovani e la loro presenza oggi qui sul palco ne è una dimostrazione. Grazie, quindi, alla maestra Rosy e al presidente Angiolino Guindani  per l’impegno che mettono nella gestione della Scuola Musicale con l’obiettivo di avvicinare i più giovani allo studio della musica. Grazie, infine, a tutti i componenti della Banda per lo spettacolo che stanno per regalarci.”

Samuele Delpero, a sua volta, ha introdotto i singoli brani e, nell’intervallo, ha recitato una poesia in dialetto bresciano locale. Era presente anche il sindaco, sig. Franco Spoti, che ha portato il suo saluto personale e di tutto il Consiglio.  

.

IMG_7591

Santuario della Madonna della Stella – Bagnolo Mella 2017

Il mese di maggio è il mese di Maria per eccellenza. È il mese tipico per lo splendore primaverile che lo riveste. È il mese in cui si diffonde nell’aria il profumo delle rose e si possono godere giornate di sole. Anche per gli ospiti della Fondazione si è proposto il consueto appuntamento annuale al santuario della Madonna della Stella di Bagnolo Mella, ove erano presenti anche ospiti delle case di riposo di Bagnolo Mella e di Verolanuova. (17 maggio 2017).

Vedi alcune immagini

DSCN1566

Festa della mamma 2017

Ricca serie di attività per gli ospiti della casa di riposo “Longini-Morelli-Sironi” di Pralboino. Per la festa della mamma è stata organizzata una giornata con musica e karaoke, coinvolgendo anche i nonni di Seniga e Verolanuova, oltre agli ospiti di questo Ente. Tutti hanno gradito assai l’iniziativa. Alla fine dei canti sono stati premiati i migliori cantanti ed è stata preparata una ricca merenda.

Le attività primaverili non finiscono qui, poiché con il mese di maggio sono cominciate le uscite settimanali per visitare alcune località della zona. Mercoledì 14 maggio, insieme con gli ospiti di Verolanuova e di Bagnolo Mella, il gruppo della nostra casa di riposo ha raggiunto il santuario della Madonna della Stella (Bagnolo Mella). Dopo la visita, la recita del santo rosario e la merenda, e anche qui uno spazio è stato riservato ai canti e alla spensieratezza. Il momento di svago organizzato dagli educatori è un modo per far uscire gli ospiti all’aria aperta e incontrare anche altre persone.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 31 maggio quando gli ospiti della Fondazione, insieme con altre case di riposo, si daranno l’appuntamento presso la pieve di Comella.

Il 29 giugno gli ospiti saranno coinvolti in una nuova esperienza: nelle prime ore serali potranno osservare le stelle ed i pianeti con un telescopio sotto la guida del gruppo amatoriale osservatorio astronomico del maestro Ulisse Quadri di Bassano Bresciano.

.

DSCN1432

Carnevale 2017 in Rsa

Animazione e musica per carnevale alla casa di riposo

Un pomeriggio alternativo per gli ospiti della casa di riposo “Longini-Morelli-Sironi” che hanno festeggiato il carnevale con musica e animazione.
Chi mascherato e chi no, i nonni hanno gradito con gioia la presenza di Alberto Mor, che ha allietato con la sua voce e la sua musica il pomeriggio di festa, e si sono lasciati coinvolgere anche nel ballo  di mazurka e grandi classici.
Presenti anche parenti e conoscenti che hanno preso parte alla festa.
A seguire, le cuoche della Fondazione hanno preparato una gustosa merenda per tutti con “chiacchiere” e frittelle.

IMG_6993

La compagnia “Poco Stabile” nuovamente ospite della Rsa

Domenica 08 gennaio 2017, la compagnia teatrale “Poco Stabile” di Pavone M. ha allietato gli ospiti della casa di riposo con alcune scenette in dialetto bresciano dal titolo “Quater ridide en compagnia”. I quattro sketch avevano rispettivamente il titolo “La lengua de Paol”, “La supplente del dutur”, “El diaol e l’acqua santa”, “La contessa dei sorec”.
Uno spettacolo che ha fatto molto divertire i nonni, tra tante risate e continui applausi.
Al termine dello spettacolo è stato offerto a tutti un rinfresco preparato dalle cuoche della Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi”.

 

maria e due nipoti

Maria Comincini taglia il traguardo dei 102 anni

Grande festa per i 102 anni di Maria Comincini, la seconda ospite più longeva nella Rsa Fondazione Onlus Longini – Morelli – Sironi

Venerdì 13 gennaio 2017 è stato un giorno di grande festa alla casa di riposo di Pralboino: Maria Comincini ha compiuto 102 anni. Maria, che è la seconda nonna più longeva (essendo preceduta da Teresa, che di anni ne ha 105) di quelle presenti alla casa di riposo, è stata festeggiata, oltre che dagli ospiti della Rsa, anche dai nipoti.
Ad allietare la giornata, ci ha pensato il duo ” I due samaritani”, marito e moglie giunti da Cremona. Essi hanno offerto un ottimo spettacolo e un po’ di sano divertimento ai nonni della Fondazione.

Maria, ancora molto lucida di mente ma di poche parole, era molto emozionata e in tutta la giornata non ha mai fatto mancare il suo sorriso, che l’ha sempre contraddistinta nel lungo percorso della sua esistenza. Non si è mai sposata e non ha figli, ma ha diversi nipoti, che erano presenti alla festa: Rina, anch’essa ospite della casa di riposo di Pralboino, Primo, che è il presidente del circolo anziani, ovvero il circolo che gestisce il bar della Rsa, e Pierantonio, che è ingegnere.
Nella vita Maria ha sempre fatto la sarta ricamatrice, confezionando in particolare le camicie da uomo, tra le mura di casa sua.

Mappa-rsa

Auguri speciali 2016 in Rsa

Domenica 18 e lunedì 19 dicembre 2016 sono state due giornate molto intense ed emozionanti per gli anziani della Rsa.

Nel giorno di festa è stato un coro gospel ad intrattenere gli ospiti della casa di riposo. “Era la prima volta che questo coro di Brescia cantava da noi -le parole di Loretta, animatrice della Rsa- E’ stato un pomeriggio bello e davvero una bella esperienza per i nostri nonni che prima non conoscevano questo tipo di musica. L’abbiamo pensato in preparazione al Natale e abbiamo colto l’occasione per aprire il nostro mercatino con i lavoretti natalizi preparati negli ultimi mesi dai nonni”.

Lunedì 19, invece, hanno fatta tappa alla casa di riposo i bambini della scuola elementare di Pralboino, che hanno fatto gli auguri ai nonni con delle canzoni e delle poesie. “Sono intervenute le due quinte, accompagnate dalle insegnanti ed hanno alternato canti di Natale e poesie. -ha spiegato Corrado, un altro animatore- Inoltre hanno portato dei disegni natalizi da regalare ai nonni, che si sono mostrati veramente contenti e soddisfatti per queste due giornate”.

hangar_tornado

I nonni in visita all’aero-base militare di Ghedi

Lunedì 3 ottobre 2016 una quindicina di ospiti della Fondazione Onlus di Pralboino e 6_stormoalcuni accompagnatori hanno visitato l’aeroporto militare Luigi Olivari di Ghedi, sede del 6° Stormo dell’Aeronautica Militare.
La base militare di Ghedi (Bs) è un’eccellenza per l’aeronautica militare, dotata dei famosi caccia bombardieri Tornado e di un sofisticato sistema di difesa teleguidata a mezzo Radar 5.
Il personale di stanza in questa base ha ospitato con grande cortesia e professionalità i nostri nonni, spiegando con pazienza e chiarezza la tecnologia e le attività di questa base aeronautica, recentemente arricchita dai velivoli precedentemente collocati a Piacenza.

Il Tornado è un velivolo da combattimento bireattore, biposto, con ala a geometria variabile, ma può essere impiegato anche come ricognitore per missioni di pace, ad esempio, fotografie aeree del territorio colpite da disastri naturali come inondazioni e terremoti.

Al termine della visita alcuni accompagnatori hanno potuto sedersi al posto di comando di un tornado, accarezzando il sogno di essere dei “top gun”, ma solo per il tempo di una foto ricordo.

IMG_6535

Festa dei nonni – 2 ottobre 2016

Grande divertimento per la “Festa dei nonni”

Domenica 2 ottobre 2016, nella giornata della ricorrenza della festa dei nonni, la casa di riposo di Pralboino non ha perso l’occasione per festeggiare i suoi nonni.
L’idea era quella di fare una grande tombola ma soprattutto quella di passare un pomeriggio tutti insieme, in cui fossero presenti i nonni con i rispettivi nipoti, per regalare agli anziani una festa tutta per loro e dal sapore speciale.
E così è stato, perché figli, nipoti e amici hanno partecipato in buon numero, con il salone della casa di riposo del tutto pieno. E nonni, parenti e amici si sono sfidati poi alla tombola. Nel gioco veniva premiato chi faceva ambo, terna, quaterna, cinquina e tombola con profumi, deodoranti, braccialetti, acqua di colonia, caramelle, biscotti.

Al di là dei premi, è stato sicuramente un bel pomeriggio passato in compagnia per i nonni, che sono stati festeggiati da nipoti, parenti e amici nel migliore dei modi.

Durante la tombola, per addolcire ancor di più la giornata di festa, anche una grande merenda con tante torte per tutti, preparate dalla brave e sempre disponibili cuoche della casa di riposo.

serata-sotto-lestelle

Serata sotto le stelle

L’Osservatorio Astronomico di Bassano Bresciano e il gruppo astrofili Deep Sky hanno offerto agli ospiti della Fondazione Onlus e a tutti i presenti una serata di forti emozioni.

Venerdì sera 9 settembre 2016, una ventina di nonni della casa di riposo, diversi parenti, persone interessate e anche alcuni bambini hanno potuto apprezzare una insolita iniziativa del Gruppo Animazione:  lasciarsi affascinare dall’osservazione, tramite telescopio, del cielo stellato.

La serata si è aperta con alcune spiegazioni da parte del maestro Ulisse Quadri, appassionato astronomo amatoriale, di professione insegnante, membro fondatore dell’osservatorio astronomico di Bassano Bresciano. Egli ha illustrato caratteristiche e posizioni della luna, dei satelliti, di varie stelle e costellazioni, dei pianeti (Marte e Saturno), facendo riferimenti mitologici sull’etimologia dei nomi menzionati.

Terminata la parte espositiva, tutti i presenti hanno potuto osservare al telescopio la luna, il pianeta Saturno e alcune stelle.  

Una domenica da incorniciare: 04 settembre 2016

Tante iniziative alla nostra Fondazione Onlus – In mostra anche i lavori realizzati a mano dagli ospiti dell’Ente

Domenica 4 settembre 2016 è stata una giornata di festa nella nostra struttura. Diverse le iniziative andate in scena, tra cui una mostra mercato di bancarelle di hobbystica, durata tutta la giornata, nella quale anche gli anziani della casa di riposo hanno avuto un loro spazio per mettere in mostra e vendere alcuni lavoretti fatti a mano da loro durante l’anno.

Se la mostra è stata no-stop, in realtà la giornata si è aperta con la “camminata” con i nonni, questi ultimi accompagnati da parenti e volontari della Fondazione. Un giro del paese, una sosta al bar e poi il ritorno nella struttura che li ospita e dove hanno poi pranzato. In pranzo che la casa di riposo ha  offerto anche agli oltre 20 espositori di hobbystica.

Nel pomeriggio, a tenere banco è stato un mini-corso taijquan con il maestro Augusto Capelli di Manerbio e con il gruppo della Asd Aj Shin Do –  Scuola di arti marziali di Milzano.
Dopo la dimostrazione con i suoi allievi, anche i presenti hanno provato compresi i nonni da seduti, con i movimenti delle braccia associati alla respirazione; per questo nel tempo questa Arte è diventata anche una ginnastica dolce meditativa, particolarmente indicata per la salute psicofisica. Da recenti studi sviluppati in America infatti è stato dimostrato che la pratica costante del Taijquan su soggetti anziani con problematiche motorie rilevanti ha portato a notevoli miglioramenti. E questa tecnica di rilassamento ha avuto un ottimo riscontro da parte degli anziani della struttura, per i quali si sta pensando di ripetere l’esperimento, facendolo diventare un appuntamento fisso almeno una volta al mese.

DSCN1024

Diamoci la zampa

Tanti cani di tutte le razze per festeggiare i 92 anni dell’amato maestro Mario Quadri

Una sfilata di meticci e cani di razze prestigiose, in onore e in compagnia del 92enne maestro Mario Quadri, ospite da diverso tempo della casa di riposo di Pralboino, la Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi”, dove domenica 17 luglio è andato in scena “Diamoci la zampa”.

Circa una trentina, accompagnati dai loro padroni, i meticci e i cani diverse razze: dall’Australian Cattle Dog, ai Segugi italiani di pelo forte e di pelo raso, al Bracco italiano, Kurzaar, ai Setter Gordon e Setter inglesi, ai Chihuahua, Lagotto romano, Boston Terrier, Bigol, Pincher, Boxer.

Per ognuna di queste razze c’è stata anche una classifica stilata da parte degli esperti giudici Enci: Marcello Massardi, Giuseppe Quinzanini e Luigi Gaboardi, che alla fine di tutte le premiazioni hanno votato anche i tre migliori cani in assoluto: al primo posto un Segugio italiano a pelo forte di Piero Zanardi di Pompiano, al secondo posto un Levriero russo di Alex Marchall e al terzo posto un Pincher, sempre di Piero Zanardi, accompagnato dalla moglie.

Come ha tenuto a precisare una delle organizzatrici, Paola Quadri, “un ringraziamento va al personale della Fondazione che ci ha aiutato ed è stato molto gentile. Il maestro Quadri è stato contento di rivedere molti dei suoi amici e possiamo dire che la giornata è stata apprezzata da tutti i presenti e dagli ospiti dell’Ente”.

                                                                         Claudio Chiarini di “Manerbioweek”

Photogallery della festosa giornata.

Teresa Papa spegne 104 candeline

Teresa Papa festeggia 104 anni

Oggi, 21 luglio 2016, nonna Teresa spegne 104 candeline

Occhi vispi, attenti, pronti a cogliere le novità. Teresa Papa, vedova Sgarzini, dall’alto dei suoi 104 anni, che compie oggi (21 luglio 2016), non si lascia sfuggire nulla. Ricambia i saluti, puntualizza sui suoi tanti anni e non lesina battute. “Ora siamo prossimi ai 4 oltre i 100”, le diciamo. “Sì -risponde- e ancora una volta mi faranno festa”.

Oggi saranno in molti ad aiutarla a spegnere le candeline sulla torta che tutta la casa di riposo potrà assaggiare.

L’avanzare dell’età pare non aver condizionato i suoi modi di essere e di fare. Una vita lunga e soprattutto intensa quella di nonna Teresa, condita, come ogni esistenza, da alti e bassi, momenti sereni e difficoltà.

Nata a Pralboino il 21 luglio 1912, a soli 19 anni dovette combattere contro l’insidia del tifo. Riuscì a sconfiggerlo e scambiò le fedi con Giuseppe Sgarzini, a trent’anni, per essere moglie affettuosa e poi mamma di tre figli (Giacomo, Pietro e Domenica).

Oggi in casa di riposo arriveranno figli, nipoti e pronipoti per fare festa insieme a nonna Teresa.

                                                                                                            Bruno Manenti

Alcune foto della festa in onore di Teresa

Prima Messa di don Luca

La prima Messa di don Luca con i nonni a Pralboino

Sabato 18 giugno il novello sacerdote don Luca Biondi, insieme con don Carlo  Consolati, parroco, e con don Serafino Tomasini, IMG_1818 da alcuni mesi Ospite della nostra  Casa di Riposo, ha celebrato la sua prima messa nel territorio di Pralboino per gli  Ospiti, i familiari, i volontari, il personale e gli amministratori della  Fondazione. Don Luca, nell’omelia, ha rivolto ai numerosi partecipanti semplici e
toccanti parole sulla “fatica del vivere e dell’accettare la propria condizione di salute  in ogni fase della propria esistenza. “Anche la casa di riposo è luogo di  vita,  relazione e attenzione, dove ognuno ognuno è di aiuto, vicinanza e sostegno  all’altro “.
Al termine della celebrazione il presidente, commosso, ha espresso la sua gioia e il suo grazie, e ha consegnato a don Luca un piccolo dono realizzato dai nonni nel laboratorio di Animazione.

IMG_0114

Casa di Riposo: un elisir di lunga vita?

Oltre la metà degli ospiti ha superato i 90 anni e tre donne hanno già scavalcato il secolo nella Fondazione Onlus “Longini-Morelli-Sironi”

Gli ospiti. La casa di riposo di Pralboino sembra aver scoperto l’elisir di lunga vita. Basti sapere che tre IMG_0114dei 96 ospiti hanno scavalcato il secolo, ben 45 sono ultranovantenni e altri sei spegneranno novanta candeline nel corso del 2016. Vantano il record di longevità tre donne: Maria Comincini (101 anni), Caterina Pietta (102 anni) e Teresa Papa (103 anni).
Quest’ultima è nata il 21 luglio del lontano 1912. A 19 anni ha dovuto combattere contro il tifo. E solo tre anni fa ha superato brillantemente due interventi per la rimozione delle cataratte.
L’amica Caterina è originaria di Milzano, è nubile e vive in casa di riposo da una decina di anni.
Maria, invece, è nata a Pralboino il 13 gennaio 1915 e ha fatto la sarta fino all’età di 75 anni.

Lo staff. A seguire tutti questi anziani e a farli sentire in famiglia ci pensa ogni giorno un nutrito staff composto da 87 persone con qualifiche e mansioni diverse. Il coordinamento è affidato al direttore Luigi Gogna e al presidente Domenico Filippini, volontario assiduo oltre che guida del consiglio di amministrazione. Oltre ai dipendenti assunti, numerose braccia volonterose si adoperano per rendere la permanenza agli anziani il più confortevole e adeguata possibile.

La storia. La casa di riposo di Pralboino vanta una lunga storia. Nel 1800 il paese sentì la necessità di disporre di un ospedale, in cui ospitare e curare gl infermi e gli anziani. L’aspirazione trovò concretezza nel 1912 grazie ai numerosi benefattori che riuscirono a finanziare la costruzione del Ricovero Vecchi e a rispondere alle esigenze di avere un ospedale.

Il Ricovero Vecchi cominciò a funzionare nel 1912, mentre l’Ospedale Longini, realizzato attraverso l’ampliamento del Ricovero, iniziò la sua opera assistenziale nel febbraio 1924. Venne chiamato Infermeria Cronici Longini dal nome del benefattore Giuseppe.

Nel 1938 la struttura diventò Ente morale con un proprio consiglio di amministrazione formato da cinque membri. L’assistenza fu affidata alle Ancelle della Carità, tre suore delle quali una madre superiora. Per i servizi c’era il personale laico.
Nel 1940 venne approvato lo statuto, poi riformulato nel 1953. Ultimo passo significativo avvenne nel 1985.

I benefattori. Grazie ai lasciti di benefattori, l’amministrazione del Ricovero Vecchi decise di erigere una nuova casa di riposo rispondente alle normative regionali in materia di assistenza.
Nel 2003 il passaggio da Ipab (Istituzione pubblica di assistenza e beneficenza)) a Fondazione Onlus Longini-Morelli e, di recente, Longini-Morelli-Sironi, ovvero Ente morale con personalità giuridica di diritto privato. Una istituzione che ancora oggi fornisce agli anziani accoglienza, ospitalità, assistenza sanitaria, cura della persona e momenti distensivi.

                                                               Bruno Manenti, da “Giornale di Brescia” 29-01-2016

Mappa-rsaIMG_0175

giochi-terza-eta-2007-10

Scelta delle attività di animazione

Le attività sono proposte grazie ad un’attenta progettazione in cui è posto l’accento sulla relazione con gli ospiti e sulla loro motivazione alla partecipazione. La casa di riposo è sicuramente un’opportunità per l’anziano, ma è anche una costrizione, spesso inevitabile, per la sua esistenza. Questo ne riduce la progettualità e la qualità di vita, creando un allontanamento dal proprio contesto affettivo e relazionale e dal ruolo che l’anziano occupava prima dell’inserimento in R.S.A.

Ecco un elenco di alcuni articoli interessanti:

giochi-terza-eta-2007-10

Programmazione mensile

Per garantire un supporto sociale al fine di evitare un deperimento dello stato cognitivo e affettivo, vengono progettate attività secondo una programmazione mensile. Queste attività fanno parte della terapia occupazionale, intesa come trattamento delle condizioni fisiche, mentali e sociali attraverso attività specifiche, che aiutano le persone a raggiungere il loro massimo livello di funzione e di indipendenza in tutti gli aspetti della vita quotidiana.

giochi-terza-eta-2007-8

Tipi di attività

Gli animatori offrono quotidianamente ai nostri Ospiti occasioni di svago.
Le attività da loro proposte durante il mese sono numerose e diversificate:

ATTIVITA’ CULTURALI

  • Lettura del quotidiano “il Giornale di Brescia”– tutte le mattine
  • Lettura e discussione di riviste
  • Proiezione di videocassette – film degli anni ’50-’60-’70-’80 (un pomeriggio alla settimana)
  • Ascolto di musica – canzoni dei vecchi tempi
  • Raccolta e sistemazione di fotografie e cartoline
  • Realizzazione bimensile del giornalino interno, redatto dal servizio animazione insieme agli ospiti che scrivono poesie, ricette di cucina, articoli di attualità, ricordi personali, ecc.
  • Un’ attività proposta da un’ospite: imparare l’inglese (leggi articolo)

ATTIVITA’ RICREATIVE (vedi foto 2008)

  • Lavori a maglia e uncinetto, ricami a punto croce e punto erba (benefici del lavoro a maglia in RSA)
  • Preparazione del mercatino di Natale
  • Laboratorio dei fiori o di farfalle con ferri e calze
  • Laboratorio icone
  • Laboratorio di dècoupages su oggetti in legno e in latta
  • Laboratorio con la cartapesta o con pasta e sale
  • Laboratorio di giardinaggio
  • Laboratorio di cucina
  • Preparazione di confezioni regalo e di biglietti d’auguri
  • Pittura e disegno
  • Realizzazione del presepio della RSA (vedi presepio 200420082009 )

ATTIVITÀ MOTORIE

  • Ginnastica di gruppo
  • Attività cognitivo-motorie
  • Passeggiata nel giardino o in paese

ATTIVITÀ LUDICHE

ATTIVITÀ RELIGIOSE

  • S. Messa (ogni sabato)
  • S. Rosario (tutti i pomeriggi)
  • Festa di san Flaviano (visite all’altare del Patrono di Pralboino 2015)
100-anni-Teresa-Papa-007mod

Eventi speciali: feste di compleanni

La festa dei compleanni è una degli eventi più frequenti e viene organizzata dal gruppo di animazione ogni due/tre mesi per festeggiare gli ospiti nati in quel periodo. Questa giornata, accompagnata da musica, balli e regali, rappresenta per gli anziani la possibilità di socializzare con gli altri ospiti, con il personale e con tutte le persone del paese che vengono in casa di riposo per festeggiarli.
E’ un momento importante perché permette ai nostri nonni di passare una giornata in compagnia, di vedere gente nuova e di ritrovare vecchi amici, prima di ritornare alla solita routine, nella quale gli unici contatti che hanno sono le animatrici e il personale di servizio.
Perché non vieni anche tu alla prossima festa? …I nonni aspettano anche te.

In Casa di Riposo ci sono Ospiti che raggiungono l’ambito traguardo di 100 anni:

giornalino-la-nostra-voce

Il giornalino della RSA curato dagli Ospiti

Il gruppo dell’Animazione della Fondazione Onlus “Longini Morelli Sironi” propone da diversi anni agli Ospiti la realizzazione di un giornalino, poi fotocopiato e distribuito sul territorio in un centinaio di copie.
Dalla edizione del numero di marzo-aprile 2004 si è deciso l’inserimento del giornalino nel sito della Struttura per favorire la lettura ad un maggior numero di persone, soprattutto a quei Pralboinesi che vivono da molto tempo lontano dalla loro terra natìa. Ci auguriamo che sia un modo piacevole per loro di riprendere contatto con i compagni di gioco e gli amici di un tempo. Qui puoi scaricare le varie edizioni.